Skip to content

Panico al villaggio!

19 settembre 2011

Un film davvero delirante…

I love it!

 

www.paniqueauvillage.com/

 

Alice in viaggio

28 febbraio 2011

Ho sempre pensato che Alice nel paese delle meraviglie fosse il racconto di un viaggio sotto LSD, ed ogni personaggio un allegoria degli effetti di diverse droghe.

Sto video qui fa un bell’effetto, in questa chiave…

alice

(clicca sull’immagine)

PS: il video si vede in quella maniera perchè passa attraverso questo sito: www.yooouuutuuube.com. Lo stesso effetto può essere reso con qualsiasi altro video.

Quello usato qui, in particolare, è questo:

Chumbawamba – On Ebay

18 dicembre 2010

Vodpod videos no longer available.

Chumbawamba – On Ebay
Follow my videos on vodpod

“La Verità vincerà sempre” – WikiLeaks in italiano – Petizione

18 dicembre 2010
wikileaks_olle.jpg
Wikileaks sta segnando una svolta nella storia dell’informazione. Purtroppo, però, chi non ha una buona conoscenza dell’inglese è costretto a leggere i “leaks” solo in maniera indiretta, tramite i mezzi d’informazione tradizionali.

Wikileaksitalia.org
è un sito (non ufficialmente legato a Wikileaks.org) che si occupa di tradurre in italiano sia il materiale che le informazioni riguardanti Wikileaks. Allo stato attuale si tratta soprattutto di riassunti dei principali “leaks”, ma si cercano collaboratori disposti a tradurre l’immenso materiale a disposizione. 

E’ importante diffondere questo progetto, in quanto aiuta a rendere l’informazione sempre più diretta, aggirando possibili distorsioni ad opera dei media tradizionali.

www.WikiLeaksItalia.org 

____________________________________________________________

La verità vincerà sempre
Editoriale di Julian Assange, direttore di WikiLeaks, pubblicato sul quotidiano The Australian il 7/12/2010
fonte traduzione it.peacereporter.net

Nel 1958 un giovane Rupert Murdoch, allora proprietario ed editore di ‘The News’ di Adelaide, ha scritto: “Nella gara tra la segretezza e la verità, sembra inevitabile che la verità vincerà sempre.” 

La sua osservazione forse riflettevano la denuncia fatta da suo padre Keith Murdoch sul fatto che le truppe australiane venissero inutilmente sacrificate da incompetenti comandanti britannici sulle rive del Gallipoli (in Turchia, durante la prima guerra mondiale, ndr). Gli inglesi cercarono di farlo tacere, ma Keith Murdoch ….continua a leggere

____________________________________________________________


Petizione pro WikiLeaks
fermiamo la repressione in atto

fonte: avaaz.org

La pericolosa campagna d’intimidazione sferrata contro Wikileaks è un pericoloso attacco alla nostra libertà di stampa e di espressione. I principali politici statunitensi hanno accusato WikiLeaks di essere un’organizzazione terroristica e spronato le multinazionali a fermarlo. Alcuni commentatori hanno addirittura suggerito di uccidere i membri del suo staff.

Qualunque cosa si pensi di WikiLeaks, gli esperti legali sostengono che non vi sia in ballo alcuna violazione di legge, e il gruppo lavora in collaborazione con eminenti testate (NYT, Guardian, Spiegel) per esaminare con attenzione i documenti pubblicati – a oggi meno dell’1% dei cablogrammi è stato divulgato.

Abbiamo bisogno con urgenza di una mobilitazione pubblica enorme in difesa delle libertà democratiche fondamentali. Firma la petizione per fermare queste azioni repressive: raggiungiamo un milione di voci questa settimana!

 



 

Sicurezza, la paura nasce sui media

6 dicembre 2010

 

 

A sentire TV e giornali, pare che l’Italia sia infestata da vecchi assassini pervertiti, rom assetati di sangue, marocchini che giocano a bowling con i ciclisti…
In realtà negli ultimi 15 anni omicidi e reati in genere sono drasticamente e costantemente diminuiti.

Un video (di due anni fa, ma attualissimo) utile a disinnescare per tempo ogni discorso qualunquista sul tema sicurezza, con dati ufficiali alla mano.
E per rispondere ad una domanda: se i reati sono in calo, perché tanta esposizione mediatica?

“C’era una volta un Pianeta affamato…” – Storia di un Paradosso

6 dicembre 2010

“C’era una volta un pianeta lontano, chiamato Terra, dove abitavano degli esseri turbolenti e chiacchieroni, chiamati Uomini, che condividevano le risorse del loro pianeta in maniera piuttosto cattiva, in quanto su un totale di 6 miliardi di Uomini, ben 850 milioni soffrivano di sottoalimentazione cronica…”


Un piccolo video che spiega in parole semplici come funziona il più grande paradosso del Terzo Millennio.
E come ciascuno di noi può contribuire a risolverlo.

Scegli la vita

1 dicembre 2010

Si, ma quale?